Di te

 

Di te ancora berrei ogni respiro,
non ascoltando il veloce passaggio del tempo,
di te gusterei in profondo il profumo,
come se dovessi morir al tramonto.

E scriverei le poche parole che contano,
sulla tua pelle esausta di piacere,
sussurrando con gli occhi uno spazio profondo,
in cui eterna poter comporre le tue dolci torture.

Poi con l’arrivo del buio ti renderò le ali
strappandole dal battito del mio cuore insonne e
ti lascerò libera se vorrai, di volare
nei miei occhi innamorati del tuo ardente amore.

Jacqueline  Miù

Di teultima modifica: 2008-05-10T18:30:02+02:00da cristalrm
Reposta per primo quest’articolo