Chiamami

 

Chiamami, sentirò la tua voce infiltrata
tra le fronde dei castagni.

Chiamami, là, dove i campi di ginepro
baciano il sole nelle giornate d’aprile

sento la tua voce che giunge dalle cime innevate
arriva fino a me
su questa finestra che guarda lontano.

Sento la tua voce che penetra le valli
come un dolce richiamo,
inebria l’aria di pace

Fabio Rocca

Chiamamiultima modifica: 2007-09-09T17:06:10+02:00da cristalrm
Reposta per primo quest’articolo